Criticità cardio-cerebro-vascolari ospedaliere

Criticità cardio-cerebro-vascolari ospedaliere

"Non si tratta di un ennesimo manuale né di un riassunto tascabile delle linee-gui¬da, ma di un testo originale e agile, che con un approccio mirato e circoscrit¬to al paziente ospedalizzato ci invita a porre l'attenzione alle sue criticità car¬diovascolari, in essere o potenziali. Questo per saperne riconoscere il rischio e le manifestazioni iniziali con lo scopo, quando possibile, di prevenirle o alme¬no trattarle prontamente, prima che, come purtroppo può accadere soprattut¬to nei pazienti anziani e con diverse comorbilità che tutti ci troviamo attual¬mente a gestire, si entri nella spirale del danno multi-organo e delle compli¬canze "ospedaliere" che spesso non sono altro che la conseguenza di una fragi¬lità intrinseca e sottovalutata del paziente. Se teniamo conto del fatto che il paziente critico è a maggior rischio, con¬suma più risorse e rappresenta il terreno dove più facilmente può nascere un contenzioso legale, non si può che augurare a tutti buona lettura, auspicando che gli effetti della stessa perdurino nel tempo, avendo contribuito ad esten¬dere l'ampiezza e ad affinare la profondità del nostro ragionamento clinico." (dalla Presentazione della dott.ssa Maria Frigerio)