Ariete. 21 marzo-20 aprile. Nei zodiaci del mondo antico

Ariete. 21 marzo-20 aprile. Nei zodiaci del mondo antico

Tutto sul tuo segno dalla A alla Z, l'amore, il lavoro, i punti di forza del segno, gli ascendenti, gli angeli e, giù sino agli oroscopi, celtici, druidi, egiziani, etruschi, gitani, greci, romani, runici e vichinghi. L'Ariete è un segno pioniere come la stagione in cui nasce, l'inizio della primavera; da qui l'impulsività, lo slancio che pone in tutto ciò che intraprende, l'idea che gli nasce subitanea e che cerca un'immediata realizzazione. La costituzione è vigorosa, sia nell'uomo che nella donna, la vitalità è grande come la capacità di rigenerazione. Tutto questo movimento fisico e intellettivo spinge l'Ariete, tuttavia, a uno spreco di energie, sia fisiche che psichiche. L'Ariete rappresenta il "neonato zodiacale" il cui slancio generoso e coraggioso è proiettato in ogni direzione... L'Ariete vive il presente, e il futuro non esiste finché non fa parte del presente; questa sua allegra incoscienza non gli consente di programmare il domani, il proprio futuro...