Da Zanardelli e Nitti a Mussolini

Da Zanardelli e Nitti a Mussolini

Nei primi 45 anni del Novecento, da Zanardelli e Nitti fino a Mussoli, nel Sud della Basilicata, e, in particolare, nella comunità della Valla del Noce, il confronto politico non ha avuto la radicalità e la durezza riscontrabili nel Potentino, nel Melfese e nel Materano. L'autore ne ricerca le cause, ripercorrendo i movimenti storici nazionali, cui hanno dato una impronta Zanardelli, il quale fece un viaggio nei circondari lucani, e Francesco Saverio Nitti, che, tra il discorso di Laura e gli incontri politici ai massimi livelli, nella sua villa di Acqua fredda di Maratea, con Giovanni Amendola, con emissari di Mussolini e Gabriele D'Annunzio, tentò di prevenire la instaurazione della dittatura fascista.