La società castellana nella patria del Friuli: il dominium dei di Castello (1322-1532)

La società castellana nella patria del Friuli: il dominium dei di Castello (1322-1532)

Attraverso l'analisi di un contesto specifico - lo spazio sociale raccolto intorno al dominium tarcentino dei signori di Castello - il volume ripercorre alcuni fondamentali passaggi del basso Medioevo friulano, scandendo i tempi ed i percorsi di una vicenda in cui i temi classici della storia delle campagne la fisionomia dell'ambiente agrario, il profilo della condizione contadina, le forme del credito rurale, le dinamiche di affermazione sociale - si intrecciano continuamente con la sfera del potere.

La scena è soprattutto occupata dai rapporti fra le diverse componenti sociali: il dominus loci, il notabilato locale, il sostrato artigiano, la realtà dei massari, ma nello specchio della società castellana si rifrangono tensioni e movimenti che chiamano in causa la perentoria comparsa del centralismo udinese, il portato distruttivo degli scontri militari, la dissoluzione dello stato patriarchino, le conseguenze della conquista veneziana.