Tutti figli della serva

Tutti figli della serva

La drammatica storia di una discesa: una precipitosa discesa verso l’oscurità, la depravazione e i melmosi pantani del male. Marta, donna affermata nella Padova perbene, decide di lasciare il marito e la sicurezza che la ricca borghesia del Nord Est le garantiva. Ma il denaro, nel Nord Est, ha almeno due facce: quella dei colletti bianchi e quella della malavita. In un luogo oscuro e appariscente dove la mafia del Brenta e gli uomini di potere, la prostituzione e le truffe finanziarie, la droga e gli intrighi si confondono continuamente. Così la discesa finisce per portare la protagonista di questa storia nel basso del più basso fondo di una realtà torbida e corrotta: ma il riscatto da questa realtà, per Marta, significa il ritrovamento di se stessa e, dall’inferno dov’era precipitata, la risalita verso una diversa e più luminosa luce.