Cellule d'uomo nel vuoto sociale. Epigrammi distici e haiku

Cellule d'uomo nel vuoto sociale. Epigrammi distici e haiku

Sono endecasillabi scritti durante il suo soggiorno alla SMA come operaio ed è un endecasillabo pure il titolo. In tutta la sua vita e attività di poeta il Fallaci ha navigato fra endecasillabi e settenari, fra versi sciolti e sonetti finché nel giugno 2010 è naufragato su un'isoletta aprica, piena di vegetazione e colori vivi della natura. Era l'isoletta degli haiku dove si chiedeva al poeta sentimento del bello ed estasi davanti alla natura.